mercoledì 18 febbraio 2015

Tappa zero

Ieri è stata la tappa zero del nostro secondo tentativo, siamo stati a Chianchiano per la mia istero e per un esame del seme di maritino, 'na cosa innovativa, pare....Si sente che sono scettica? E' che ho l'impressione che il Centro stia prendendo una deriva markettara, ossia, che attorno allo zoccolo duro delle tecniche in convenzione spuntino come funghi analisi di corollario nuove e spettacolari. E costosissime. Non in convenzione, ovvio. Tipo che la mia istero che doveva essere fatta assolutamente dal Responsabile della clinica dott Irollo, 250€ + 50€ per il suo benestare sul piano terapeutico fatto dalla dott.ssa Gangale....vabbè, facciamo che siete scrupolosi.
L'esame super speciale di mio marito servirebbe per un approccio più naturale...e sono altri 140€.
Dopodichè il Responsabile dopo l'istero mi dice di seguire dieta proteica e di chiedere alla dottoressa. La dottoressa mi dice di chiedere in reception. La reception mi dice di chiamare il numero verde.
Allora: se fosse una cosa importante me l'avrebbe illustrata un dottore, e siccome si tratta di una linea di pasti proteici schifosissimi e liofilizzati di loro produzione del costo di minimo 400€, penso che la dieta proteica me la faccio da sola, con prodotti freschi e naturali, come ho fatto la volta scorsa.
Non ho cambiato idea sulla bontà dei professionisti di questo Centro, per l'accuratezza dei medici e dello staff, per la pulizia e l'organizzazione.
Ma il vantaggio della Mei era - credo - che lei era distaccata da questo carrozzone creato per far soldi. Di contro il suo svantaggio era che avendo studi in tutta Italia concentrava le attività a Chianciano in due settimane e in effetti ad ogni appuntamento c'era un bordello di gente!! Si sospetta (ho letto sui forum) che a volte accorciasse i protocolli per poter essere presente a pick up e transfer....
Io non lo so dove sta la verità ma di certo anche in questo ambiente c'è chi specula sulla pelle dei pazienti, e per quel che si può bisogna stare con gli occhi aperti e cercare di difendersi.
Nel viaggio di ritorno in macchina io e maritino abbiamo deciso che dopo questo tentativo ci fermiamo per un pò. Ne abbiamo un terzo disponibile convenzionato in Toscana entro il 42 anni, ce lo terremo in caldo pensando a quando e dove farlo, eventualmente.
Dopo tutto aver scelto una clinica privata, seppur convenzionata, ci ha permesso di fare due tentativi in 9 mesi, con attesa praticamente pari a zero e spese contenute rispetto al privato.
A Roma avevo chiamato il S. Anna che aveva le liste d'attesa chiuse e il Gemelli fa solo IUI...bah...mi sa che resteremmo comunque in Toscana, vedremo.

Il mio umore? Non male. Ma non che sia Pollyanna eh...
Per fortuna riusciamo a ironizzare e a riderci su, più di prima. 

Domani farò ECG per prepararmi all'anestesia del pick up e poi saremo pronti, aspettiamo il ciclo intorno al 26 febbraio e si parte con la stimolazione.

La difficoltà post-primo fallimento è stata di dare un indirizzo alla nostra vita. Tutto quello che ci sembrava e ci sembra ovvio e in cui noi credevamo e crediamo con tutto il cuore (l'importanza del nostro rapporto, della nostra unione, della nostra vita insieme) non sembrava riuscire a lenire il vuoto che si è creato con quel test negativo. 
Oggi posso dire che è tutta una questione di tempo, almeno per noi due e per il nostro amore che si è rivelato solido come lo abbiamo voluto e costruito giorno per giorno, e in due mesi fra alti e bassi, stiamo meglio. E andrebbe sempre meglio se non ci fosse ora il rischio fortissimo di ricominciare tutto daccapo, in negativo.
Purtroppo non riesco ad essere speranzosa nè positiva, è più forte di me, ci sono troppi elementi che remano contro. Ma so che una possibilità c'è, e allora andiamo avanti cercando di essere più sereni possibile, io ho la mia roccia, il mio Re, con lui andrei ovunque e affronterei qualunque cosa.





11 commenti:

  1. Ciao, da quello che scrivi capisco che un po hai perso l'entusiasmo per la riprogrammazione e me ne dispiace. Credo nel tuo giudizio, anche perché ho letto nei vari forum le impressioni delle altre riguardo il "battere cassa" del centro. Comunque anche se è così non pregiudica la professionalità, ci vuole una giusta dose di fiducia. Io sto aspettando di fare la prima visita con Irollo, che ho martedì prossimo, per valutare il nuovo percorso che mi proporrà. Ovvio che starà a noi decidere se proseguire con loro o altrove, dato che per noi è l'ultimo tentativo. Mi riconosco tanto in te, stiamo vivendo la stessa cosa. Anche noi come coppia siamo più forti e uniti, siamo l'uno per l'altro. Questo credo sia l'importante!!! Auguri per tutto!!! Roby

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby, non ho perso l'entusiasmo...è spirito di conservazione....cerco di preservare me e mio marito dal dolore, almeno un pò...perchè che le possibilità di riuscita siano poche lo abbiamo ben presente. Non riesco a fare diversamente, sono fatta così! Non voglio sminuire la bontà del centro, e non credo che per gli altri, siano essi pubblici, privati o semi-privati sia diverso, purtroppo. Anzi, alla fine devo dire che lì a Chianciano c'è un buon compromesso fra il loro desiderio di lucrare (fino ad un certo punto lecito, poi a volta si esagera...) e l'attenzione e la professionalità verso i pazienti. E Irollo devo dire che mi ha fatto un'ottima impressione, sembra davvero il più umano e "coinvolto" di tutti, nonostante sia anche il più oberato. Insomma, io Chianciano lo consiglierei, ecco! In bocca al lupo a voi!!

      Elimina
  2. Immagino che sia normalissimo il tuo modo di vedere e sentire questo secondo tentativo..in fondo è puro spirito di sopravvivenza, il nostro cuore ci fa diventare un pò più disilluse e meno speranzose per preservarci dalle delusioni..l'importante è che ci siete, siete uniti e quando la cosa entrerà nel vivo la affronterete nel migliore dei modi, ne sono sicura! Avanti tutta a testa alta!!!! Ti abbraccio forte!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, la tua empatia è sempre preziosa. Cerchiamo di tenere duro, si va!

      Elimina
  3. Guarda che hai scritto una gran bella cosa...ossia che voi due siete una certezza!!Ma Careggi?!!? so che sono bravissimi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Manu...anche del consiglio, valuteremo tutto!

      Elimina
  4. In bocca al lupo con il ❤️! Un abbraccio iaia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Iaia...e tu? Come va? Ti abbraccio forte!

      Elimina
    2. Così così..nel frattempo ho avuto un altro negativo da blastociste crioconservata! E direi che l'ho presa male..ora devo aspettare giugno ma forse meglio così! Tanti incrocini e tanta forza per voi che ora ricominciate e dovete essere belli carichi! Ti abbraccio forte

      Elimina
  5. Purtroppo il discorso del lucrare è sempre una spina nel fianco dei posti convenzionati-privati. Io sono toscana e purtroppo non posso usufruire dei "privilegi" extra-regione. Le liste nei centri convenzionati sono lunghissime o addirittura chiuse perché la regione ha tagliato altri fondi per dare spazio e credito al centro pubblico di Careggi. Io vengo da un'esperienza a dir poco allucinante da questo centro pubblico dove non sei altro che un numero e quindi non mi sento di consigliarlo soprattutto per il tempo che mi hanno fatto perdere…però non voglio screditarlo…è una mia impressione e una mia esperienza del tutto soggettiva, quindi molto parziale!! Ora mi sono affidata ad una struttura privata qui a Firenze …la tecnica è costosa si sa…ma per fortuna la dottoressa che mi segue non ha mai preteso che facessi esami privati da loro..anzi mi ha sempre indirizzata lei per istero e spermio e analisi varie negli ospedali pubblici!..quindi non mi sento affatto presa di mira…
    Per quanto riguarda lo stato d'animo..beh ti capisco benissimo! Anche noi siamo in partenza per un nuovo ciclo e diciamo che per ora abbiamo resettato il passato..è difficile ma il rischio di ricadere nello sconforto è davvero alto, le possibilità sono quelle che sono e…si, anch'io non mi aspetto niente! L'unica cosa alla quale ci possiamo aggrappare è la speranza..quella è sempre l'ultima a morire! In bocca al lupo cara …come l'altra volta ci ritroviamo tutte e due ai blocchi di partenza. Io ho avuto il ciclo oggi e domani mi diranno se partire o aspettare ancora!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dolcezza, ci sei, ci siete!! Dai dai in bocca al lupo, tenete duro!!
      Si, provare a resettare è l'unica soluzione anche se la ferita è ancora aperta.
      Ma abbiamo scelto di riprovarci subito e quindi testa alta e si va!
      Tienici aggiornati!!! <3

      Elimina