mercoledì 24 luglio 2013

Rientro a casa

Le vacanze sono andate benissimo, chevvelodicoaffare...ho staccato tanto, diciamo all'80%, era abbastanza utopico pensare ad un 100%! Ho evitato il pensiero, i conteggi, i dolorini, ma non ho potuto evitare figli degli amici a profusione e la bella pancia di mia sorella, sfido chiunque in queste condizioni ad azzerare il pensiero al 100%!!
Però devo dire che non c'è stata pena nel restante 20%, solo alcuni pensieri, alcuni scambi di battute con il mio adorato Re. A volte ci guardavamo e ci ritrovavamo in un angolo, spauriti di fronte a tre marmocchi urlanti e ci dicevamo "forse non siamo proprio adatti...." altre volte lui diceva a me "che dici, l'abbiamo beccata?" e altre volte ci siamo detti ancora, di nuovo, che anche se questo pupo non viene ci amiamo comunque da morire.
Nulla di nuovo dunque. A volte mi sembra di essere così stanca da essere disinteressata. Ma poi ogni volta che vado in chiesa e sono lì con l'anima nuda che parlo con Lui, non sono capace di mentite nemmeno a me stessa, e mi commuovo e sento il cuore pesante, e capisco che non sono disinteressata, affatto.
Di positivo c'è che un peso me lo sono tolto: ora tutte le persone care che dovevano sapere come stanno le cose lo sanno. Ho parlato con A. e con C. e con mamma e sorella. Mi sento più serena, le altre domande scomode posso ignorarle, le loro no, non potevo. So che mi staranno vicine senza chiedermi niente, se mi andrà parlerò con loro, se no, tacerò e se un giorno dovessimo riuscire in questa impresa della gravidanza, so che gioiranno in modo speciale con noi e per noi. 
Mi sembra un buon risultato da portare a casa dopo le vacanze, no? Perché, per la cronaca, la cicogna a casa non l'ho portata di certo, arrivano le rosse, le sento, maledette! In anticipo, e infatti avevo avuto l'impressione di ovulare un pó prima del solito... Da un parte meglio così, non perdo tempo a sperarci. 
Purtroppo tutto questo significa che da qui a tre cicli non succederà proprio un bel niente, poco dopo l'arrivo del ciclo e prima della prossima ovulazione il mio maritino partirà per l'altro capo del mondo per lavoro...mi viene da piangere solo a pensarci, starà via DUE MESI...internet a singhiozzo e fuso orario sfavorevole...sono disperata....
So che in questi due mesi rifletterò profondamente sulla PMA omologa e mi informeró. In modo da parlarne poi con il mio Re al suo ritorno al momento debito per poi decidere se e come procedere. 

Saró comunque tristissima, per due lunghi mesi.











1 commento:

  1. Hai fatto bene a parlare con le persone più vicine, almeno non dovrai più sopportare parole a sproposito! Mi dispiace per i due mesi senza il maritino...ma almeno staccherai completamente dalla Ricerca, e anche quello fa bene alla testa..così quando tornerà sarai più lucida e deciderete cosa fare!! Un bacione!!

    RispondiElimina