venerdì 21 giugno 2013

Aggiornamento

Non posto da una vita! E in effetti sono in una fase nonmenefreganientenoncivogliopensare. Sarà che gli ormoni girano così 'sto mese, mah!
Maritino non ha potuto fare lo spermio di controllo come previsto (per vedere se gli antibiotici hanno sconfitto il batterio cattivo) a causa di un problema del centro, così abbiamo saltato questo giro e ne abbiamo approfittato per divertirci a letto proprio durante i giorni dell'ovulazione, non tutti i mali vengono per nuocere, davvero!
Le rosse dovrebbero arrivare per il 1 luglio, e...come dire, perchè non dovrebbero arrivare? Non ravviso alcuna situazione diversa dai precedenti 12 mesi di tentativi. 
In questi 10 giorni sono stata distratta da tante cose, una serie di controlli medici, alcuni di routine altri di controllo di situazioni sospette (tutto bene per fortuna), una piccola truffa sui biglietti del concerto del 28 giugno (il rivenditore NON ha comprato i  biglietti ma si è intascato i soldi e ora sostiene di non avere una lira da restituirmi....grrrr...per fortuna ho trovato i biglietti da un altro rivenditore, ora devo capire come recuperare i soldi!), una cara amica e collega che sta trattando per un lavoro prestigioso e io cerco di starle vicina soprattutto evitando che si faccia prendere dal panico e faccia o dica cose assurde per paura di non avere (e in alcuni casi anche di avere) il lavoro, il matrimonio di una carissima amica.

Questo fine settimana festa dei 40 anni di altra cara amica, poi arriva mia sorella con la sua bella pancetta al 5° mese, concerto e il 1° luglio eccolo qua: spero proprio di non accorgermi di nulla, che il ciclo arrivi senza che io ci pensi più di tanto. Che i 7 giorni pre-rosse per me sono i più devastanti, quando senti tutti quei sintomi e anche se non ci speravi è comunque uno schiaffo in piena faccia per ricordarti spudoratamente: NON SEI INCINTA NON CE L'HAI FATTA NEMMENO QUESTA VOLTA.
Meglio non pensarci dunque, ed abbreviare l'agonia al giorno dell'arrivo.

Si, in questo periodo sono disillusa, se arriverà un giorno...boh, ci penseremo...
Faccio una confessione. Non credo farò mai la PMA. Non sono tagliata per questo. Non mi sento di forzare la mano. Se penso a me stessa mi dico: perchè dovresti? Perchè non ti riescono? E perchè ci hai pensato solo ora? Avessi 5 anni di meno e non ci riuscissi avrebbe un senso, ma adesso? No. Non sento sia giusto per me. E maritino è d'accoro, a riprova che non è la nostra strada.
Non escludo di ripensarci, non leggo nel futuro purtroppo, ma per ora la pensiamo così.



martedì 11 giugno 2013

Sull'essere mamma (ipoteticamente)

Stamattina questo post mi ha fatto riflettere.
Un giorno passeggiavo con la mia amica mamma di due pupi e le ho detto: "mah, non capisco proprio questi genitori che portano ancora i bimbi grandicelli nel passeggino..." E lei mi ha candidamente risposto: "beh sai, soprattutto in viaggio dopo un pò si stancano..." Si trattava infatti di quei passeggini essenziali, da viaggio appunto.
Mi sono sentita una cretina.
E mi sono resa conto di avere un grande limite: non sono mamma. Non c'è niente da fare, finchè non ti ci trovi nelle situazioni, non puoi capire a fondo. E dire che lo dovrei sapere, io sono la prima a rendermi conto che nessuno capisce la mia condizione di nonriescoarimanereincinta se non chi ci sta passando o chi ci è passato.
Certo, a guardare il mondo intorno a noi certe volte ti viene da dire: si vabbè però...
Io vengo da una famiglia normale, umile, ci ha cresciute mia mamma, insegnante di scuola media. Tanti sacrifici, tante rinunce ma sono venuta su serena e solare. La mia infanzia me la ricordo con i miei cugini, a giocare sotto casa, al mare, o in campagna. E crescendo, adolescenza e giovinezza erano simili, la compagnia di amici, mare, studio. Solo quando ho cominciato a lavorare e poi con l'Erasmus e varie borse di studio ho cominciato a girare l'Europa, l'Italia, a viaggiare ad essere autonoma a scoprire un mondo, anzi tanti mondi! E' stato graduale, un percorso. Mi ricordo ancora il mio primo concerto (Lorenzo! <3) avrò avuto 22 anni credo.

Tutto questo per dire che sono d'accordo con Mara, non credo che i bambini abbiano bisogno di iper attività, di impegni, di tecnologia, di essere impegnati a tutti i costi! Certo, vivono un'era diversa dalla nostra e questo va considerato, però probabilmente bisogna tarare meglio il loro tempo libero, hanno bisogno di condivisione con mamma e papà, e credo abbiano anche bisogno di annoiarsi, di scoprire da soli la fantasia di inventare giochi nuovi.
Mi rendo conto però che ci sono persone che hanno difficoltà serie, anche solo a passare del tempo con i loro figli. Soprattutto nelle grandi città è un fatto: quando chiudono le scuole bisogna organizzare il tempo dei bambini mentre i genitori lavorano. Io penso a me, se ce lo avessi, un figlio : normalmente esco di casa alle 7.30 e rientro alle 18.00, se non avessi la mia santa suocera (la mia famiglia vive lontano) dovrei spendere una caterva di soldi in centri estivi e/o baby sitter (e sinceramente non so nemmeno quantificare cosa significherebbe e se potrei farlo!) o me lo dovrei portare appresso!

D'altro canto è vero anche che c'è un sacco di egoismo in giro...di menefreghismo e superficialità...ho menzionato a Mara il caso di una mia collega: lei abita in un paesino fuori Roma, lontano dal posto di lavoro, dalla suocera e dalla mamma, perchè lì ha trovato casa ad un prezzo minore. Ok, sono scelte. Poi ha pensato, concepito e partorito un bimbo e ora che sta per rientrare a lavoro si sta disperando perchè non sa come fare, a chi lasciarlo mentre lei è in ufficio.
Dico io, ma sei cretina?? Hai avuto un anno e mezzo per pensarci e trovare una soluzione!! Allora, io sarò patologica perchè sono iper organizzata, ma io penso che dal momento in cui il test di gravidanza è positivo hai delle RESPONSABILITA' che non puoi delegare e che devi assolutamente assumerti.

Invece sembra che la nostra era sia caratterizzata dal non volere assolutamente responsabilità: è sempre colpa dell'altro, del politico, dell'altra fazione, della società, della crisi globale, del datore di lavoro, dell'insegnante, dei social network, delle multinazionali, di Dio!! Sempre e comunque colpa di qualcun altro!!

Che post sconclusionato!! E' che i pensieri mi vengono ad ondate, così, scomposti. Poi guardo il calendario e vedo che la prossima ovulazione coincide con lo spermiogramma di controllo del maritino (anticipata da 4gg di astinenza forzata) e mi dico: abbella, manco 'sto mese ci azzeccate, lascia perdere....
Ma allora vaff.....


mercoledì 5 giugno 2013

Ti porto via con me

Senti il dolore si scioglie nel tempo
che scorre e che scivola via
Non resterò qui a guardare
Ho già iniziato a viaggiare.










martedì 4 giugno 2013

Vantaggi. E torta yogurt e mela!!

Sto cominciando a considerare che tutto sommato, di vantaggi a non avere figli ne posso trovare.
Questo week end, finalmente il mio maritino non ha lavorato, perciò abbiamo avuto due interi giorni per tubare come innamorati, proprio come piace a noi.
Sabato brutto tempo, ozio e coccole (per me ozio un par di..... mentre il maritino oziava sul divano io rassettavo e pulivo casa cercando nel contempo di dare a lui attenzione!) e domenica bellissima giornata al centro benessere, pranzetto fuori e passeggiata.
Così, senza pensieri, senza complicazioni, semplicemente.
Bisogna trovare un senso, se no si impazzisce.

Per la cronaca, sta arrivando il ciclo, ovviamente. In anticipo, perchè in anticipo ho ovulato. Niente stick eh, semplicemente l'ho sentito e c'avevo ragione. Anche se è completamente inutile mi fa piacere avere ragione, vuol dire che conosco il mio corpo. Hai, visto che brava!!!! ..................

La dieta va avanti, io ho perso qualcosina, ma soprattutto stiamo mangiando meglio, più verdura e pesce (che io odio, ma mi sto sforzando), praticamente niente carne rossa, frutta e sto cercando di bere più acqua. E di evitare i dolci, tranne a colazione! Adoro l'idea che il maritino mangi qualcosa che gli preparo io e non merendine confezionate!
E ieri sera ho fatto questa torta, l'idea l'ho presa qui, ma l'ho modificata a modo mio! A ripensarci ci metterei anche meno zucchero! La torta è morbida e si mantiene molto umida, a me piace tanto!

Torta leggera yogurt e mela

200 g di  farina 00
un vasetto di yogurt magro alla frutta --- io ho usato muller al cocco
130 g di zucchero integrale di canna
50 g di latte p.s -- io ho messo 25 g di latte e 25 g di olio di semi
3 uova
un limone
una bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
--- avevo una mela e ce l'ho aggiunta tagliata fina fina, ma secondo me va bene anche la pera!

Importante: gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente

Accendere il forno e regolare la temperatura a 180°
Mescolare:
- Buccia del limone, lo zucchero 
- Unire le uova
- Aggiungere  lo yogurt, l'olio e il latte
- Aggiungere la farina con lievito,il pizzico di sale
- Versare il composto in uno stampo per torta da 26 cm e livellare bene il composto --- io ho usato uno stampo per plumcake
- Posizionare lo stampo nel piano centrale del forno e cuocere per 30 minuti (a 180°)