martedì 14 maggio 2013

Andava meglio. Andava.

Andava meglio, davvero!
Poi oggi la visita dall'andrologo. Nulla di grave ma qui sembra di girare a vuoto: 15 minuti e 100 € per sentirsi dire qualcosa di simile rispetto agli altri 4 pareri, una minestra riscaldata.
La perdita di tempo - e denaro - è un altro degli elementi sfiancanti di questa storia.
Uno fa delle analisi specifiche, lo spermiogramma, ok. A consegnarti quelle analisi ci mettono un ginecologo (perchè non un andrologo??) che ti chiama d'urgenza per spaventarti e non darti una spiegazione. Mah. Fai la spermiocoltura come richiesto. I risultati li consegna sempre il ginecologo (??) che prescrive antibiotici per una settimana e ecodopler per sospetto varicocele. Vado dal medico di base per la ricetta e dice la sua: secondo lei antibiotici per due settimane e l'ecodopler non è necessario. Mah...
Vado dalla mia gine, mi dice che secondo lei basta una sola settimana di antibiotici e di andare dall'andrologo.
Infine l'andrologo che dice che le settimane di antibiotico dovevano essere due e che il varicocele è di tipo 2, non preoccupante e per ora niente ecodopler.
Ecco, se un mese fa al ritiro della spermiocoltura fossimo andati direttamente dall'andrologo a quest'ora forse saremmo un passo avanti.
Ma dico io, perchè non esiste un vademecum??
Ho imparato questo: se si fanno delle analisi specifiche, andare subito dallo specialista di riferimento. Almeno si può sperare di intraprendere subito la strada giusta...
Ho una gran stanchezza addosso.
Forse, semplicemente siamo arrivati tardi, siamo troppo "vecchi", dovevamo pensarci prima.

Il mese scorso ho fatto stick su insistenza del maritino, ma già il mese precedente non avevo voluto controllare nulla.
Questo mese riprendo quel metodo: rapporti tre volte alla settimana quando ci va, niente controllo ovulazione (tanto la sento), mi segno solo quando facciamo l'amore e quando dovrebbe arrivare il ciclo, più o meno. Nulla di più, nè calendari, nè stick, nè conteggi, nè niente. Non ci voglio pensare, se viene viene, l'impegno ce lo mettiamo comunque ma senza stress.
Che sono stanca eh.


2 commenti:

  1. Ti capisco benissimo...ma non conta l'età, questo percorso stancherebbe anche un ventenne!! Anche io ho perso tanto tempo dietro a dottori e ad analisi inutili ma ora ho trovato la retta via...se hai bisogno di qualche dritta io ci sono!!!
    Gli stick uccidono la serenità della coppia...io non li ho mai usati volutamente, se una cosa deve accadere accade...sennò gli diamo una spintarella!!! ;)
    Kiki

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kiki grazie! Che bella sorpresa il tuo commento...sono sempre convinta di scrivere tra me e me, non tengo mai conto del fatto che qualcuno possa leggermi! :) E che bella sorpresa il tuo blog: sono alla ricerca di persone positive e solari come te, è un balsamo per il cuore leggere cose semplici e bellissime. E poi non mi hai fatto sentire sola, nell'amore indiscusso per il mio adorato maritino (a volte mi sento un'aliena....) e il piacere di accoccolarci nel nostro mondo...
      Anche tu, quindi, compagna di ricerca? Speriamo di trovare entrambe il giusto cammino...

      Elimina